skip to Main Content
Home Staging Non è Un Costo Ma Un Investimento

La prima cosa che un venditore deve percepire è il fatto che come ogni vendita, anche quella della casa, richiede impegno e strategia e come ogni vendita ha bisogno di un investimento per esser supportata.

Già la fondatrice dell’home staging, Barb Swatrz, a fronte del pragmatismo e gli anni trascorsi come agente immobiliare, ribadì, fin da subito, che era fondamentale introdurre il concetto di investimento per il proprietario che desidera mettere in vendita o in affitto una dimora.

L'investimento Dello Staging Nella Tua Casa è Meno Della Riduzione Sulla Tua Casa

“L’investimento di una “messa in scena” NELLA tua casa è molto meno costoso  di una riduzione di prezzo SULLA tua casa.”

L’imprenditrice sostenne l’importanza della percezione sul venditore del costo dell’home stager: era fondamentale, infatti, che l’impegno economico non fosse concepito come una banale spesa, bensì come un importo finalizzato alla chiusura di un contratto che rispettasse il reale valore della location, in tempi rapidi.

Evitare di ricorrere a questa tecnica di marketing immobiliare equivale, infatti, con grande probabilità, a mettersi nelle condizioni di applicare svariati ribassi al prezzo di partenza. Questo perché i potenziali acquirenti non saranno in grado di cogliere, con la sola immaginazione, il reale potenziale dell’immobile e quest’ultimo difficilmente potrà distinguersi dalla maggior parte delle case in vendita.

UNA CASA VETRINA

Gli altri settori del mercato percepiscono come prassi fisiologica l’investimento in una vetrina, in una showroom, in pubblicità, in comunicazione. Quanti infatti percepirebbero il valore di un oggetto di lusso se lo gettassimo in una bancarella malconcia?

Pochi, davvero pochi ecco allora che anche le vendite di immobili devono abbracciare questa ottica, la casa deve essere presentata nella sua veste migliore, non come la viviamo abitualmente nella nostra quotidianità.

Una casa in vendita è un oggetto commerciale da presentare ad un pubblico, la casa in cui viviamo è il nostro nido personalizzato e intimo.

Sono due concetti profondamente differenti che non si scontrano ma si giustappongono ed è necessario che per esser presentato sul mercato un immobile si trovi nelle sua “formula vetrina”, in una vera “messa in scena” per catturare il visitatore.

E’ consigliabile, infatti, dopo essersi rivolti ad un home stager trovandosi  a vivere ancora nell’abitazione in questione, condensare le viste in open house oppure in momenti in cui gli abitanti non sono in casa, facendo venire più clienti insieme o comunque ripresentando la propria abitazione come il professionista ci ha suggerito in altri momenti ed occasioni.

IL RUOLO DELL’AGENTE IMMOBILIARE

Spesso al di là di investitori avveduti fondamentale è la figura dell’agente immobiliare per mediare tra il cliente e l’home stager che essendo ancora in fase embrionale in Italia, a differenza di altri stati, in primis l’America,  non è ancora conosciuto da tutti ed i non addetti ai lavori possono risultare scettici nei suoi confronti. La figura di raccordo del mediatore immobiliare è dunque fondamentale per far rifletter il proprietario sui vantaggi che questa strategia di marketing potrebbe apportare sulla vendita del proprio bene

VANTAGGI LATENTI

Sarà sempre compito dell’agente immobiliare fare riflettere il suo cliente anche sui vantaggi meno immediati rispetto alla contrazione dei tempi e dei margini di trattativa. Molti articoli e grafici mettono in evidenza infatti i benefici di uno staging di un immobile ma in aggiunta ad essi risultano tutt’altro che trascurabili anche vantaggi latenti legati ad una vendita rapida quali:

  • La sospensione delle spese condominiali;
  • La cessazione delle bollette di eventuali utenze allacciate, dato che, ad esempio, staccare la luce è controproducente;
  • L’eliminazione di tasse ed oneri fiscali
  • L’ assenza di frustrazione emotiva nel veder svalutato e criticato un immobile magari di famiglia oppure per cui si son fatti tanti sforzi economici tempo addietro.

.

Back To Top